Olio Anu Thailam per i seni nasali e non solo

Vorrei parlare di un eccellente olio ayurvedico chiamato Anu Thailam (Olio nasale ayurvedico Anu Thaila). Anu Thailam è considerato un olio per armonizzare i tridosha. Thailam significa “piante preparate in olio”. La ricetta è tratta da un antico trattato ayurvedico chiamato Ashtanga Hrudayam (Sutrasthana 20/37-39). L’olio è menzionato anche in altri testi come Charaka Samhita e Sushruta Samhita.

Questo ben consolidato rimedio ayurvedico non dovrebbe essere considerato una cura per problemi esistenti. È un rimedio preventivo utilizzato in uno stadio tranquillo. Durante un’acutizzazione, potrebbe non produrre gli effetti desiderati, e in tali casi, è consigliabile rivolgersi a rimedi della medicina convenzionale che potrebbero agire più rapidamente.

L’olio Anu Thailam è comunemente usato per problemi legati a orecchie, gola e naso, tra cui perdita dell’udito, acufene, sinusite, raffreddore, soprattutto di natura allergica, secchezza delle mucose nasali, perdita dell’olfatto, rinite cronica e sinusite (basta applicare 2-3 gocce al giorno). È particolarmente efficace nelle polipi nasali e anche nei casi di deviazione del setto nasale.

Può aiutare a alleviare mal di testa, emicranie, insonnia, ridurre lo stress nervoso, rinfrescare la mente riducendo la fatica mentale, migliorare la memoria e avere un impatto positivo su ritardo mentale e malattie degenerative del cervello, oltre a alleviare i sintomi dell’epilessia.

Allevia le condizioni associate a problemi oculari (deficit di liquido lacrimale, lacrimazione eccessiva, irritazione cronica della sclera, congiuntivite, glaucoma).

Si ritiene che l’olio sia benefico in un approccio integrato per la caduta dei capelli, problemi gengivali e miglioramento dell’aspetto della pelle (donando un bagliore sano al viso).

La diagnosi comune per raffreddore allergico, infezioni dei seni nasali, occhi arrossati e irritati è spesso legata a un “eccesso di calore nella parte superiore del corpo”. Anche se si avverte freddo agli arti (specialmente negli anziani), questi sintomi indicano comunque un accumulo di calore nella parte superiore del corpo.

Per ridurre questo eccesso di calore, vengono utilizzati l’olio rinfrescante Anu Thailam o il lavaggio con acqua salata (jala-neti).

L’efficacia dell’olio Anu Thailam varierà a seconda di diversi fattori, tra cui costituzione, età, altri trattamenti e rimedi in corso.

L’olio non è un preparato di qualità che aiuta in molte situazioni.

Le composizioni possono variare leggermente tra i diversi produttori, con un numero di componenti compreso tra 20 e 50. Queste piante vengono solitamente immerse nell’olio di sesamo in un bagno d’acqua per 5-6 giorni.

Composizione Approssimativa dell’Olio Anu Thailam

  • Base: Olio di sesamo
  • Alcuni ingredienti: Cedro dell’Himalaya, Coleus, Nutgrass, Salsapariglia indiana, Sandalo, Berberis, Liquirizia, Asparago selvatico, Sedge, Aloeswood, Bael tree, Crocus indiano, Cipolla gialla, Palma di sago, Cardamomo, Albero sacro, Chaste tree, Water lotus, Costus, Cardamomo, Cinnamomo, Sida, Cyperus rotundus, lycyrrhiza glabra, Cyperus esculentus, Aegle marmelos, Solanum anguivi, Desmodium gangeticum, Pseudarthria viscida, Embelia ribes, Asparagus racemosus), Kaempferia rotundus, Piper aurantiacum, Nelumbo Nucifera, Emblica officinalis, Terminalia chebula, Terminalia bellerica, Tribulusterrestris, Goat’s milk

Le formulazioni possono variare leggermente tra produttori, ad esempio, alcuni possono includere componenti come triphala o utilizzare olio di cocco anziché olio di sesamo.

Applicazioni dell’Olio Anu Thailam

  • Procedura Nasya: Utilizzato per introdurre oli medicinali attraverso il naso, spesso sostituendo la nota procedura jala-neti, particolarmente adatto in casi in cui jala-neti può portare a secchezza e infiammazione nasale.
  • Massaggio Marmico Ayurvedico, Applicato sul viso, ha effetti ringiovanenti.

Nell’ “Ashtanga Hridaya Samhita” ci sono indicazioni su diversi momenti per la procedura a seconda della costituzione: La nasya dovrebbe essere fatta:

al mattino (se c’è un aumento di kapha),

a pranzo (se c’è un aumento di pitta),

alla sera (se c’è un aumento di vata).

È meglio farlo prima di pranzo in autunno e primavera, a metà giornata in inverno e alla sera in estate.

L’uso di Anu Thailam (Anu Thailam) nella nasya è parte della dinacarya – la routine quotidiana ayurvedica, il che significa che l’olio può essere utilizzato quotidianamente.

Gli specialisti moderni di ayurveda consigliano di instillare l’olio di Anu Thailam in seguenti modi:

2 gocce in ogni narice (come misura preventiva),

fino a 5 gocce in ogni narice come rimedio curativo per vari problemi,

in caso di complicazioni o raffreddore avanzato – 6-8 gocce in ogni narice,

durante la panchakarma (come parte di un complesso) – 5-10 gocce in ogni narice.

L’orario varia: mattino, pranzo, sera.

A volte indicano un “corso preventivo di 1-2 settimane diverse volte all’anno”.

L’olio può essere efficacemente utilizzato **per il trattamento dei bambini a partire da 1 anno, spalmare il naso con un bastoncino auricolare immerso nell’olio 2 volte al giorno (si consiglia di diluire preventivamente l’olio di anutaila con olio di sesamo o ghee).

I medici indiani consigliano l’uso di gocce a scopo preventivo 3 volte l’anno, per 7 giorni, meglio nei giorni dell’equinozio di primavera, estate e autunno – 22 marzo, 22 giugno e 22 settembre.

Inoltre, a scopo preventivo per allergie e sinusiti, è possibile utilizzare 1 volta a settimana tutto l’anno, in combinazione con preparati ayurvedici e agopuntura. Nel resto dell’anno, è utile fare jala-neti.

Se in qualsiasi momento dell’anno si verifica un’aggravazione della rinite allergica, non è necessario attendere i giorni del solstizio, ma è necessario prima di tutto lavare il naso con acqua salata (jala-neti) per 2 giorni, e poi utilizzare Anu Thailam per una settimana, insieme all’assunzione di preparati ayurvedici.

Prima dell’uso, l’olio può essere riscaldato a circa 38-40 gradi.

Si consiglia di eseguire la procedura al mattino prima della doccia, seguita da una breve pausa per permettere al muco di fluidificarsi prima di scendere in gola.

Dopo la procedura, un bagno caldo o l’inalazione di aria umida possono essere utili.

Si consiglia di iniziare con una goccia se si è sensibili, aumentando gradualmente solo dopo un’ora di osservazione della reazione del corpo.

Non utilizzare in caso di febbre alta. Un consiglio utile – se si dispone di un umidificatore in casa, è utile respirare aria umida prima della procedura. È possibile versare acqua calda in una pentola, coprire la testa con un asciugamano e respirare per alcuni minuti. Ciò aiuterà ad aprire i pori, i canali e favorirà una migliore penetrazione dell’olio.

Si consiglia di versare l’olio al mattino prima di fare la doccia, sdraiarsi per alcuni minuti (almeno 5) affinché il muco inizi ad assottigliarsi e a scendere in gola, ma nel frattempo cercare di non deglutirlo. Durante questo periodo, è possibile massaggiare la fronte, il naso, l’area intorno al naso, le guance e la pelle intorno agli occhi.

Dopo di che, fare la doccia, dove è possibile soffiarsi bene il naso, una narice alla volta. Se non si fa la doccia, è consigliabile sciacquare bene la bocca e soffiarsi accuratamente il naso.

In altre raccomandazioni si afferma che non è necessario sputare (fortemente) e soffiarsi il naso per 30 minuti, solo tamponare con un fazzoletto ciò che esce dal naso.

Durante l’applicazione dell’Anu Thailam, potresti sentire bruciore, irritazione della mucosa e stimoli a starnutire. Starnutisci liberamente, non trattenerti, poiché questo è il modo in cui l’organismo si libera del muco in eccesso.

Se sei particolarmente sensibile, inizia con 1 goccia, aspetta 1 ora, osservando la reazione del tuo corpo, e solo dopo puoi aumentare la dose a quella consigliata.

Durante il raffreddore, Nasya dovrebbe essere eseguito con un massaggio delle pareti interne del naso: ungi il dito mignolo con l’olio Anu Thailam, inseriscilo nel naso il più profondamente possibile e massaggia lentamente con movimenti rotatori.

Si ritiene che la pulizia del naso con Nasya elimini gonfiori e occhiaie sotto gli occhi, oltre a migliorare il gusto e l’olfatto.

L’olio Anu Thailam è efficace anche per problemi alle orecchie (prurito, dolore, ronzio alle orecchie, problemi di udito). Mentre sei sdraiato su un lato, versa 10-15 gocce di olio Anu Thailam nell’orecchio e inizia delicatamente a massaggiare l’area intorno all’orecchio. Poi, con due dita, afferra il lobo dell’orecchio e tiralo delicatamente con movimenti circolari in senso orario e antiorario. Rimani sdraiato su un lato per 10-20 minuti. Ripeti la stessa procedura sull’altro lato.

Dopo questa procedura, è possibile mangiare e bere dopo 30-60 minuti. E’ preferibile eseguire la procedura dopo aver mangiato.

Questo è un ottimo olio ayurvedico. Non è una panacea per tutti i problemi elencati, ma è un buon complemento a un approccio olistico per mantenere la salute.

CONDIVIDERE CON GLI AMICI
oumyoga.it
Valuta articolo
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 rating, 1 votes)